Inter-Cagliari, Barella e Nainggolan fratelli di calcio – La Gazzetta dello Sport

Da Cagliari fino alla tournée in Cina: una sfida di dribbling e lotta, ma col sorriso C’era una volta un bambino che amava correre dietro a un pallone e si incantava a guardare gli allenamenti dei più grandi. Li studiava attentamente, aspettando con impazienza il giorno in cui potersi confrontare con loro. Quel bambino, Nicolò Barella, era così orgoglioso da voler sempre sfidare i migliori. Così quando dalla Primavera del Cagliari fu catapultato ad allenarsi in prima squadra, colse al volo l’occasione: in partitella seguiva Radja Nainggolan su ogni zolla…

Read More

Atalanta, Ilicic: “Il pallone lo porto alle mie figlie, amano giocarci”

Ilicic, una prova sontuosa. Il “professore” come lo chiamano i compagni di squadra, sale in cattedra e detta calcio. Una tripletta che lo issa a livelli altissimi. Quasi da solo ha praticamente matato il Torino: tripletta spaziale, con un gol, quello del 4-0,  che riassume la quintessenza del calciatore: classe, astuzia e scaltrezza. Gasperini gli ha concesso la meritatissima standing ovation. RECORD – Il calciatore ha parlato a DAZN delle sue prodezze: con questo, sono quattro palloni. Quanto le triplette. C’è un motivo per cui segna così tanto.  “Il pallone me…

Read More

Torino-Atalanta 0-7, Mazzarri chiede scusa e annuncia il ritiro granata – La Gazzetta dello Sport

“Non ha funzionato nulla. Chiedo scusa per una prestazione indifendibile. Sono venuto qui per rispetto di tifosi e giornalisti, ma non devo aggiungere altro. Solo che ho già annunciato ai giocatori che andremo in ritiro subito. Grazie e arrivederci”. Poche parole, ma dense di significato. Walter Mazzarri dopo la sconfitta per 7-0 contro l’Atalanta non ha ragionevolmente voglia di perdersi in chiacchiere. Il suo Torino va risollevato, martedì sera c’è già il quarto di finale di Coppa Italia contro il Milan da preparare, dimenticando il più in fretta possibile questa…

Read More

Rensenbrink e il palo alla fine di Olanda-Argentina, Mondiali 1978 – La Gazzetta dello Sport

All’ultimo minuto della finale Mondiale 1978, l’olandese fallì di pochissimo la possibilità di vincere la Coppa in casa di un Paese in piena dittatura militare La palla lunga di Ernie Brandts tagliò l’aria del Monumental di Buenos Aires, dove ormai la paura e l’emozione si scambiavano le parti in commedia. Il punteggio era 1-1, il novantesimo minuto era trascorso da dodici secondi e tutto quel pubblico accorso a migliaia indifferente all’inverno argentino si ghiacciò, quando si accorse che Rob Rensenbrink si trovava senza alcun preavviso solo davanti a Ubaldo Fillol.

Read More

Questa Italia è la più forte di sempre: parola di Deborah Compagnoni – La Gazzetta dello Sport

Le fuoriclasse come Brignone e Goggia trascinano un movimento in grandissima crescita Questa è una squadra bellissima, l’Italia femminile più forte di sempre, anche dei nostri tempi. Non è mai successo di avere tante atlete che vanno così forte, così tante sul podio. È come se si fosse raggiunto il perfetto equilibrio: ci vogliono le fuoriclasse che trascinano, e noi le abbiamo con Federica Brignone, Marta Bassino, Sofia Goggia.

Read More