La Lega ritira la mozione di sfiducia a Conte. Il premier: se manca il coraggio, me lo assumo io e vado da Mattarella

La Lega ha ritirato la mozione di sfiducia a Giuseppe Conte, presentata al Senato lo scorso 9 agosto ma mai calendarizzata per l’Aula. Lo apprende l’Agi da fonti parlamentari di palazzo Madama. «È una scelta di coerenza con l’apertura fatta in Aula da Matteo Salvini. Se tieni una porta aperta non puoi tenere la sfiducia». Così fonti leghiste spiegano la decisione. «La mozione, d’altronde», si ricorda, «era stata presentata per parlamentarizzare la crisi. E le comunicazioni di Conte e il suo annuncio di dimissioni l’hanno resa non più necessaria». Conte: la Lega…

Read More

Conte: “Grave l’apertura della crisi, Salvini ha perseguito interessi personali e di partito”. “L’azione di governo si arresta, ora le dimissioni”

È la giornata chiave per la crisi di Governo. Alle 15 e 8 minuti Matteo Salvini e Giuseppe Conte sono uno accanto all’altro. Alle 15,09 Giuseppe Conte prende la parola per “riferire sulla crisi di governo innescata dalle dichiarazioni del vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini”. E proprio a lui Conte rivolge il suo primo “pensiero”: “La decisione presa dalla Lega è grave e per questo va chiarita in un pubblico dibattito”. Anche perché una “crisi in pieno agosto espone il nostro Paese a gravi rischi nell’ambito di una…

Read More

Il giorno di Conte: alle 15 in Senato le dimissioni. Di Maio elogia il premier: “Una perla rara”

ROMA. «Caro Giuseppe». Luigi Di Maio pubblica su Facebook una lettera al premier Giuseppe Conte, nel giorno delle comunicazioni del presidente del Consiglio al Senato, al termine delle quali Conte sembra deciso a salire al Colle per rassegnare le dimissioni. Alle 15 il premier è atteso nell’Aula di palazzo Madama e Di Maio, che con Conte ha parlato a lungo ieri, lo ringrazia pubblicamente. Siamo ai saluti finali: «È stato un onore lavorare insieme», dice il capo politico del Movimento. Al tempo stesso, però, mette nero su bianco la volontà…

Read More

Di Maio: “Salvini ha fatto un disastro”. I grillini lo processano: “Ora con il Pd”

ROMA. «Oggi non parlerò della crisi di governo, aspettiamo di ascoltare Conte in Senato e poi ci affideremo a Mattarella». Luigi Di Maio sperava di disinnescare così l’inquietudine crescente tra i suoi parlamentari, arrivati alla Camera per comprendere cosa sarebbe successo nelle prossime ore. E invece le truppe, lasciate prive di scenari chiari, hanno finito per trasformare la riunione in un processo al leader. Di Maio è amareggiato: «Mi dispiace che voi la pensiate così», avrebbe detto ai suoi, finendo per accogliere la richiesta di una «gestione collegiale della crisi» con…

Read More

Crisi di governo, Di Maio: “Salvini ha aperto la crisi in spiaggia. È disperato, parla solo di M5S”

«La Lega ha ancora depositata la mozione di sfiducia al Governo e Salvini ha aumentato il livello di attacco nei nostri confronti, ha bisogno di parlare di noi per fare notizia, è disperato. Spero che nella Lega si apra un dibattito sul disastro che ha compiuto in pochi giorni e in totale autonomia Salvini». Lo ha detto Luigi Di Maio nel corso dell’assemblea dei gruppi parlamentari del M5S in corso alla Camera, dopo aver incontrato a Palazzo Chigi il ministro dell’Economia, Giovanni Tria per fare il punto sulla situazione dei…

Read More

Capriola di Salvini: “Ascolterò Conte. Ma se non mi convince si voti subito”

  INVIATO A MARINA DI PIETRASANTA (LUCCA). Matteo contro Matteo. L’ancora vicepremier Salvini approda alla Versiliana dopo le vacanze toscane a villa Verdini con corredo di fiori di zucca. L’appuntamento è per il tardo pomeriggio, ma tant’è il richiamo dei social network è troppo invitante. Così parte la stoccata su Facebook: «Non darò mai a nessuno la soddisfazione di aprire i portoni e far entrare Renzi e il Pd». Incalza: «Se non c’è un governo la strada maestra sono le elezioni. Altrimenti ci si risiede al tavolo e si lavora». Così…

Read More

Vertice M5S nella villa di Grillo a Marina di Bibbona. Ci sono Di Maio, Casaleggio, Fico e Di Battista

MARINA DI BIBBONA.  Il primo ad arrivare è stato Alessandro Di Battista, l’ex deputato finora rimasto in disparte. Poi Roberto Fico, il presidente della Camera, l’uomo con cui i dem da giorni hanno aperto il forno di quello che Matteo Salvini definisce il «governo horror» ma che rischierebbe di mettere il Capitano della Lega all’angolo e relegarlo all’opposizione. Infine anche Casaleggio e Di Maio. Insomma, un super summit Cinque Stelle. Beppe Grillo riunisce tutte le anime del Movimento a Marina di Bibbona, in un vertice che trasforma Villa Corallina in…

Read More

Mattarella: “Affrontare nuove sfide senza paralisi”. Salvini: “O governo o voto”

La crisi di governo non dà tregue nemmeno a metà agosto, nemmeno la domenica. E così è il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a lanciare l’ultimo messaggio. «Bisogna affrontare nuove sfide senza paralisi» fa sapere. In mattinata intervenendo su Facebook era stato Salvini a tirare in ballo il capo della Stato dicendo che «il presidente Mattarella fortunatamente ha tutti gli elementi per valutare qual è il percorso più utile per rilanciare questo splendido Paese che è l’Italia. E chiudo come ho aperto chi l’ha dura la vince. L’Italia con me non è più…

Read More

Calenda: “Se si tenta accordo con il M5S lascio il Pd e fondo un nuovo partito”

ROMA. La crisi di governo continua ad agitare anche il Pd. «Se la direzione darà al segretario Zingaretti il mandato di verificare l’ipotesi di un accordo con i 5 stelle, questo vorrà dire che il Pd avrà definitivamente abdicato alla rappresentanza del mondo liberaldemocratico» dice Calenda in un’intervista al Foglio. «Io questa cosa non la accetterò. Sarà a quel punto inevitabile lavorare a una nuova forza politica che rappresenti quel mondo orfano. Una forza non alleata con il Pd, perché il Pd avrà perso ogni credibilità rispetto alle istanze dell’Italia…

Read More

Il blog 5 Stelle attacca Salvini: “Ci ha provato, ma si è fregato da solo”

“Vorremmo mettere una cosa in chiaro, visto che ancora non lo è per tutti. Salvini e la Lega non solo hanno fatto cadere il governo a Ferragosto, portando il Paese sull’orlo del precipizio per rincorrere i sondaggi e il loro interesse personale. Salvini e la Lega hanno anche fatto una scelta politica, una chiara scelta politica. Perché 24 ore dopo aver aperto la crisi (nemmeno 24 ore dopo, pensate!) hanno chiamato Berlusconi e sono andati ad Arcore”. Così sul Blog delle Stelle un post dal titolo “Salvini sceglie Silvio, ma anche lui lo snobba”.…

Read More