Codacons: effetto coronavirus, forti aumenti di prezzi per frutta e verdura. Sul web un chilo di pasta a 12 euro – La Stampa

Si fanno sentire gli effetti del coronavirus sui prezzi al dettaglio. Lo denuncia il Codacons, che chiede l’intervento dei Nas contro le speculazioni sui listini. «Da più parti arrivano segnalazioni dei consumatori che denunciano sensibili rialzi dei prezzi dell’ortofrutta presso mercati, supermercati e negozi di generi alimentari – spiega il Codacons – ed in effetti un monitoraggio della nostra associazione ha evidenziato forti variazioni al rialzo dei listini per una moltitudine di prodotti. Rispetto all’1 marzo scorso il record del rincaro spetta ai cavolfiori, che sul mercato all’ingrosso hanno subito…

Read More

La vita in quarantena: ecco cosa twittano gli italiani chiusi in casa per il coronavirus

Quarantene, smartphone e coronavirus. Cosa pensano gli italiani che si ritrovano chiusi in casa ad osservare l’evolversi della situazione sanitaria dal filtro dei social network e dei mezzi d’informazione? Federico Mangiò, Giuseppe Pedeliento e Daniela Andreini dell’Università degli Studi di Bergamo hanno lasciato lavorare un pc per dieci giorni, dal 9 al 19 marzo, per estrarne 197.776 tweet. E darne, “senza pretesa alcuna di esaustività”, una analisi. “Per tracciare una panoramica generale degli argomenti salienti abbiamo in primis analizzato gli hashtag più frequenti che sono stati utilizzati in tandem con…

Read More

Coronavirus, così Bezos e i big di Wall Street provano a contenere le perdite – La Stampa

La pandemia da Coronavirus è destinata ad allargare il divario tra i ricchi e i poveri del mondo. A vantaggio delle persone più ricche che in queste settimane di crollo dei mercati, blocco delle attività di produzione e crescita delle incertezze globali o sono riusciti a preservare buona parte dei loro capitali evitando di bruciare i loro investimenti come ha rivelato un’inchiesta del Wall Street Juornal. Come hanno fatto? Jeff Bezos, il presidente e amministratore delegato di Amazon (possiede il 12 per cento delle azioni del colosso del commercio elettronico), si è salvato…

Read More

Coronavirus, le regole della Bce sulle banche europee: “Alt a distribuzione dividendi”

ROMA – La Bce ferma la distribuzione di dividendi e i piani di riacquisto di azioni da parte delle banche su cui vigila. Una misura che punta a indirizzare tutta la potenza di fuoco del sistema del credito verso l’economia reale, messa in ginocchio dall’epidemia di coronavirus, e a proteggere liquidità e capitale degli istituti. La decisione vale 30 miliardi e può mobilitare prestiti fino a 450 miliardi di euro. “La raccomandazione – si legge in una nota del Supervisory Board – riguarda i dividendi relativi al 2019 e al 2020, almeno…

Read More

Bce e Bankitalia alle banche: stop ai dividendi almeno fino a ottobre – La Stampa

MILANO. Prima degli azionisti, le banche devono sostenere famiglie e imprese sotto scacco per la pandemia da Covid-19. Per questo la Bce – e lo stesso fa Banca d’Italia per i propri vigilati -, invita gli istituti di credito a non staccare cedole ai soci «almeno fino a ottobre». La Vigilanza unica di Francoforte, che già aveva fatto sentire la propria voce in questo senso, calca ulteriormente la mano e, ampliando la raccomandazione già espressa, chiede espressamente di «non pagare dividendi o comprare azioni proprie (i cosiddetti buybacks) durante la…

Read More

Internet veloce, la corsa del governo contro i ritardi

Il piano banda ultra larga governativo è in ritardo, di due-tre anni circa: avrebbe dovuto dare internet super veloce a tutti gli italiani entro quest’anno. Proprio l’anno in cui l’Italia ne avrebbe avuto più bisogno: il traffico di rete è aumentato del 30-40 per cento per via del coronavirus e si vedono i primi rallentamenti. Tutti problemi emersi giovedì al tavolo del Cobul, il Comitato banda ultra larga che – presieduto dal ministro all’Innovazione Paola Pisano – lavora al monitoraggio e all’attuazione del piano. Ma ieri sono arrivate dal Cobul…

Read More

Coronavirus, le banche: “Pronte ad anticipo immediato della cassa integrazione”

MILANO – Dalle banche italiane arriva una risposta positiva all’idea di passare attraverso gli istituti di credito per erogare gli ammortizzatori sociali previsti dal decreto Cura Italia per i lavoratori coinvolti dallo stop alle attività per l’emergenza coronavirus. L’Abi, l’associazione degli istitui italiani, “è favorevole ad attivare da subito prestiti che consentano ai lavoratori sospesi dal lavoro a causa dell’emergenza COVID-19 di poter avere dalle banche un’anticipazione – rispetto al pagamento che riceveranno dall’Inps- della cassa integrazione prevista nel “cura-Italia”. Rep Fallisce la mediazione. Conte si trova contro il muro…

Read More

Wall Street apre in negativo, le Borse europee aumentano le perdite. Milano soffre: -3% – La Stampa

Dopo l’andamento positivo degli ultimi giorni, i listini americani crollano in apertura con lo S&P 500 a -3,8% e l’indice Dow Jones a -4,15% in attesa del voto alla Camera dei rappresentanti Usa sul maxi pacchetto di misure economiche da 2.000 miliardi di dollari, approvato ieri all’unanimità dal Senato. Mentre gli Stati Uniti diventano il primo paese al mondo per casi di coronavirus, il numero di richieste per i sussidi di disoccupazione ha raggiunto settimana scorsa il livello più alto di sempre a 3,28 milioni. Le principali piazze europee aumentano…

Read More

Coronavirus, il Gruppo Generali dona una prima serie di ventilatori a ospedali lombardi – La Stampa

Sono stati consegnati oggi presso i reparti di rianimazione degli ospedali della Lombardia i primi ventilatori polmonari importati dalla Germania con un’operazione umanitaria di Hope Onlus, realizzata grazie alla donazione di Generali attraverso il Fondo Straordinario Internazionale per l’Emergenza Covid-19, creato dal Gruppo con una dotazione fino a €100 milioni. I ventilatori sono arrivati dalla fabbrica Dixion di Düsseldorf in Germania a Milano attraverso un’operazione umanitaria gestita da Hope Onlus,  organizzazione non profit specializzata in progetti sulla salute e sull’educazione, attiva in Italia e in Medio Oriente. La collaborazione fra profit, non profit e pubblico ha permesso di avere la priorità di consegna…

Read More