Formula 1, Mick Schumacher e Vettel debutto in Bahrain’


Il figlio d’arte si prepara al debutto con la Haas, mentre il quattro volte iridato cerca il riscatto con la nuova Aston Martin. Per entrambi la prima occasione sarà a Sakhir, gara di apertura dopo il rinvio del GP in Australia

Anno nuovo e, purtroppo, vecchi problemi. La pandemia da Covid-19 continua a farsi sentire e nemmeno il mondo dei motori è stato risparmiato. Una prima conseguenza del momento attuale si è materializzata con la scelta di rinviare il Gran Premio d’Australia, previsto come gara iniziale del Mondiale di Formula 1 e slittato a novembre. Il campionato 2021 scatterà a Sakhir, in Bahrain, il 28 marzo .

DEBUTTO

—  

Per Mick Schumacher , il Bahrain International Circuit offrirà ricordi speciali. Su quel tracciato, il 2 aprile 2019, il figlio del grande Michael si calò nell’abitacolo della Ferrari svolgendo un test prezioso. Tra poco più di due mesi, lo stesso circuito diventerà il teatro del suo debutto in F1 al volante della Haas. Il tedesco classe 1999 non sembra preoccupato, come ha confermato in un’intervista all’agenzia stampa DPA: “Ovviamente avrei preferito iniziare la stagione in Australia, ma in questo modo avrò più tempo per prepararmi. In fondo, la situazione è uguale per tutti. Non penso che queste novità cambieranno i piani dei team. Il mio obiettivo è farmi trovare pronto all’inizio della stagione”.

NUOVA SFIDA

—  

Saranno ridotte anche le giornate dedicate ai test. Si va verso tre soli giorni di prove, un numero esiguo per chi ha cambiato squadra e si deve dedicare a una nuova sfida. È il caso di Sebastian Vettel, che nel 2021 tenterà di portare nelle posizioni di vertice l’ Aston Martin. Il quattro volte campione del mondo si mostra comunque fiducioso, come ammesso al sito ufficiale della F1: “Da quel che ho capito, ci sarà un solo test prima della stagione e lì conoscerò la mia macchina. Non sono preoccupato. Nel corso degli anni mi sono abituato a stare pochissimo tempo in pista, ottimizzando comunque tutti i momenti in cui mi sono messo al volante. Anche un giorno e mezzo di prove può bastare per preparare una gara in maniera decente”. Per il tedesco classe 1987 sarà il quattordicesimo anno in Formula 1.

Related posts

Lascia un commento