Golf, a Westwood la Race to Dubai 2020. Torneo a Fitzpatrick


L’ex numero 1 vince l’ordine di merito europeo per la terza volta in carriera, a 20 anni di distanza dalla prima

A 47 anni non è ancora sazio. Lee Westwood ha vinto per la terza volta in vent’anni la Race to Dubai, l’ordine di merito europeo. Il britannico ex numero 1 al mondo ma che non ha mai conquistato un Major, ha centrato l’obiettivo al DP World Tour Championship a Dubai, torneo conclusivo dello European Tour vinto da Mattew Fitzpatrick.

Vent’anni dopo

—  

Una gioia incontenibile per il vecchio Lee che aveva vinto la money list europea per la prima volta nel 2000: “Allora vincevo tanto – ha raccontato – ero da poco tempo sul circuito. Nel 2009 lottavo per diventare il numero uno al mondo (traguardo raggiunto nel 2010). Oggi sono il giocatore più maturo del Tour. La Race non era il mio obiettivo stagionale ma lo vedo come un premio alla carriera, alla costanza”. Nessun calo motivazionale per Westwood, nemmeno quando le vittorie non arrivavano più: “La motivazione per giocare non è mai mancata, mi alzo ogni giorno e faccio il lavoro che amo. Ho sempre voluto essere un giocatore di golf e non voglio che finisca. Sono pronto a continuare a lavorare duro”.

Related posts

Lascia un commento