Roma, ordigno bellico trovato in pieno centro


Allarme in piazza Campo de’ Fiori. Gli artificieri dell’Esercito pochi minuti prima delle 13 si sono precipitati in via dei Cappellari per mettere in sicurezza un ordigno inesploso risalente alla seconda guerra mondiale. Sul posto anche i carabinieri, e la polizia locale del I gruppo Trevi che ha chiuso al passaggio un tratto della strada.

Secondo una prima ricostruzione, gli operai al lavoro per la ristrutturazione di un appartamento al civico 75, rimuovendo dei vecchi pavimenti avrebbero trovato una scala che porta a una cantina. Dentro, ecco spuntare la bomba. Il personale dell’Esercito sta eseguendo la ricognizione dell’ordigno propedeutica all’immediata messa in sicurezza.

“Sono cose che succedono – osserva Fabrizio Roscioli, il proprietario dello storico forno in piazza Campo de’ Fiori – l’allarme è scattato intorno alle 12,30, ma è tutto tranquillo. I carabinieri sono intervenuti immediatamente, la zona è stata messa in sicurezza. In piazza il lavoro prosegue normalmente”.

Si tratta di un ordigno “a tempo“ della prima guerra mondiale. I militari hanno disposto alle 14 l’allargamento del raggio di sicurezza in via dei Cappellari, mentre gli artificieri dell’Esercito ispezionavano la bomba, ricoperta dalle incrostazioni. Pochi minuti dopo le 15 la strada è stata riaperta, l’ordigno è stato portato via dagli uomini del Genio civile dell’Esercito che lo faranno brillare in un luogo protetto a Santa Maria delle Mole. 
 

Related posts

Lascia un commento