Rally: Andreucci porta al trionfo la nuova Peugeot 208



Paolo Andreucci, 11 volte campione italiano rally, colpisce ancora e vince il Rally Targa Florio nella categoria 2 ruote motrici con la nuova Peugeot 208, navigato dalla inseparabile Anna Andreussi.

Il Rally Targa Florio è da tempo appannaggio del toscano Paolo Andreucci che è il pilota di rally ad aver vinto più volte la leggendaria gara siciliana. In coppia con l’inseparabile Anna Andreussi, l’11 volte campione italiano rally e la sua Nuova Peugeot 208 Rally 4 hanno fin da subito messo le cose in chiaro anche in questa edizione 2020. È stato lui il protagonista fin dalle prime battute di una gara segnata dall’incertezza meteo, come da tradizione.

Una gara combattuta ma che ha presto fatto capire che per la concorrenza c’era poco da fare. 7 prove speciali vinte su 7, con le ultime due non disputate. Questo a ribadire la grande superiorità del trio formato dalla coppia Andreucci-Andreussi e dalla formidabile Nuova PEUGEOT 208 Rally 4. Un’auto appena nata e che ha debuttato da poco nel mondo delle competizioni, facendo però vedere già dopo poche gare di che pasta è fatta.
Dopo il debutto vincente al Ciocco, la coppia si ripete al Targa Florio, in un contesto che non si discosta troppo dalla tradizionale variabilità meteo che ha determinato un fondo stradale assai insidioso. Un ottimo risultato quello ottenuto dalla coppia tosco-friulana, il cui merito va anche trovato nell’ottimo lavoro svolto dalla squadra F.P.F Sport che ha saputo configurare in maniera impeccabile una vettura che è fresca di debutto commerciale.
“Sono soddisfattissimo del risultato di questa Targa Florio 2020 – spiega Andreucci – ci tengo particolarmente a vincere in questa meravigliosa terra. Nonostante il meteo molto incerto, siamo riusciti a trovare la quadra e le gomme Pirelli ci hanno dato un grosso aiuto. Anna ed io siamo riusciti a mostrare il meglio di un’auto che ci sta dando grandi soddisfazioni in questo campionato 2020 parecchio anomalo. L’anno di stop dalle gare pare non aver inciso sulle nostre performance, ma è ancora presto per dirlo, perché non bisogna mai vendere la pelle dell’orso prima di averlo preso. Diciamo che, nonostante l’anagrafe non menta, io mi diverto sempre molto, specie quando vinco. Un grosso grazie a tutta la squadra per l’ottimo lavoro svolto.”
 


<!–
#subscription-message { background-color:#f1f1f1; padding:48px 16px; display:block; margin:32px 0 16px; border-top:2px solid #f3bb02; border-bottom:2px solid #f3bb02; position:relative;}
#subscription-message p{ font-family:georgia; font-style: italic; font-size:24px; line-height:30px; color:#3c3c3c; margin-bottom:8px;}
.subscription-message_author {font-family:lato; text-transform: uppercase; font-size:14px; text-align:right; display:block; margin-bottom:32px; margin-right:16px; font-weight: bold;}
#subscription-message a{ display:block; width:210px; padding:8px; color:#fff; border-bottom:none; background-color:#e84142; text-align:center; margin:0 auto;border-radius: 3px; font-family:lato,sans-serif; font-size:17px; line-height:24px;-webkit-box-shadow: 0px 0px 20px 0px rgba(0,0,0,0.6);-moz-box-shadow: 0px 0px 20px 0px rgba(0,0,0,0.6);box-shadow: 0px 0px 20px 0px rgba(0,0,0,0.6);}
#subscription-message a:hover{background-color:#db1b1c; border-bottom:none; -webkit-box-shadow: 0px 0px 0px 0px rgba(0,0,0,0.6); -moz-box-shadow: 0px 0px 0px 0px rgba(0,0,0,0.6); box-shadow: 0px 0px 0px 0px rgba(0,0,0,0.6);}

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica

–>

<!–

–>

rally

Related posts

Lascia un commento