Binotto: “Nessun divorzio con Vettel. Le cose vanno benissimo”


E sulla possibile abolizione del party-mode per le qualifiche il team principal si dice sereno. Mentre sullo stesso argomento Wolff minaccia: “Allora le Mercedes saranno più potenti in gara…”

Dopo che già Sebastian Vettel aveva smentito le voci di divorzio dalla Ferrari, arriva la presa di posizione sullo stesso tono del team principal Mattia Binotto: “Vettel via a stagione in corso? Non c’è nulla su cui discutere su questo fronte. Tra noi e Seb le cose stanno andando benissimo, all’interno della squadra si lavora con trasparenza e non si è mai pensato di doverlo sostituire. Non abbiamo alcun dubbio sul suo talento, deve soltanto mettere tutto insieme per migliorarsi – ha aggiunto il numero uno di Maranello ai microfoni di Sky – L’importante è aiutarlo e fare in modo che lui si senta a suo agio con la squadra e con la macchina”.

No party-mode, Ferrari poco coinvolta

—  

Dopodiché Binotto ha affrontato anche l’argomento del party-mode e della polemica sulla sua possibile abolizione già dal GO del Belgio a Spa. Una vicenda che in queste ore sta investendo soprattutto la Mercedes. «Il regolamento powerunit è complesso e fare delle direttive tecniche per chiarire il regolamento è importante. Da parte nostra non c’è grande differenza tra la prestazione in qualifica e in gara e forse siamo tra i team a cui questo provvedimento arrecherà meno danni”.

E sul party-mode Wolff rilancia…

—  

Come detto è molto più interessata dal possibile provvedimento la Mercees. Anche se il suo team principal, Toto Wolff, nega di essere preoccupato, e anzi rilancia vagamente minaccioso. «Con queste powerunit così sofisticate è difficile anche per la Fia monitorare il tutto. Il party-mode è un’ottima cosa per noi perché, così come tante altre squadre, possiamo usufruirne in qualifica. Ma se non lo potremo più usare in qualifica allora avremo molta più potenza in gara. Concordo con ciò che ha detto Hamilton e non siamo preoccupati di perdere potenza”.

Related posts

Lascia un commento