Silverstone F.1, Hamilton: ‘Pole non scontata. Solo mi manca un po’ l’energia del pubblico’


L’inglese: “Bottas mi ha portato al limite, ma è andata bene”. Valtteri: “Complimenti a lui”. Verstappen: “Loro troppo veloci”

Lewis Hamilton non si ferma più. A Silverstone il campione del mondo si è scatenato in qualifica e con una pole position stellare ha posto le basi per vincere un’altra gara e allungare in classifica. Spaventoso il divario sul giro secco tra le Frecce Nere e tutta la concorrenza, l’unico che ha davvero potuto contrastarlo è stato Bottas, rimasto però in seconda posizione.

Al limite

—  

“Alla fine c’è un grosso distacco fra noi e il terzo posto – ha detto Lewis – Valtteri (Bottas; n.d.r.) mi ha spinto al limite, ho faticato a un certo punto mi sono anche girato, ho cercato di ritrovare la calma e nel Q3 è andata bene. Non è stato scontato. Sarebbe stato bello vedere le persone qui, manca la loro energia, ma spero che i fans siano contenti”.

Parla Bottas

—  

Valtteri Bottas rende omaggio al compagno: “Fino a prima del Q3 mi sentivo a mio agio, però poi ho cominciato un po’ a sbandare con il posteriore. Hamilton ha trovato qualcosa più di me e merita la pole, complimenti a lui. Sono un po’ deluso. Domani qualcosa di diverso a livello di strategia? Penso che ci sarà l’opportunità alla partenza per il sorpasso. Hamilton l’anno scorso ha vinto partendo dal secondo posto, ma anche chi sta dietro proverà a rimescolare le carte”.

Parla Max

—  

Max Verstappen ci ha provato, ma guarda alla gara perché per oggi non c’erano proprio possibilità: “Penso che alla fine del Q2 il mio giro fosse buono, ma fin dalle prime battute di queste qualifiche si è visto che la Mercedes era troppo veloce. Bisogna accettarlo e sono soddisfatto del terzo posto. Questa gara sarà diversa, senz’altro saremo più vicini: questo non vuol dire che potrò lottare con la Mercedes, ma almeno partiamo dal terzo posto”.

Related posts

Lascia un commento