Coronavirus, rinviate due gare di Indycar e Indianapolis rischia


Aumento preoccupante di casi nel Mid-West, spostate quindi le corse in programma a Lexington l’8 e 9 agosto. E nel confinante Indiana sale la preoccupazione

Rinviato il weekend di gara di Indycar a Mid-Ohio a causa dell’aumentare di casi di coronavirus Covid-19 nel Midwest. È un duro colpo che preoccupa per il resto della stagione e per tutto lo sport. Sabato, la Indycar e il Mid-Ohio Circuit hanno annunciato che le due gare in programma per il prossimo fine settimana (8 e 9 agosto) sono state rinviate a settembre o ottobre. «Una decisione presa dopo una discussione con le autorità sanitarie locali e dato la situazione attuale» si legge nel comunicato stampa, che si riferisce a un recente aumento del numero di casi di Covid-19 nel Midwest nelle ultime settimane.

E ora la 500 Miglia rischia

—  

L’evento successivo in calendario è la 500 Miglia di Indianapolis, con le prove che iniziano l’11 agosto, le qualifiche del 15 e 16 e infine la gara del 23 in programma con circa il 25% dei soliti 350.000 spettatori. La vicinanza di Indianapolis a Mid-Ohio (i due stati sono confinanti, i due circuiti distano circa 370 km) e l’aumento del tasso di contaminazione in Indiana non incoraggiano all’ottimismo. Resta da vedere se l’IndyCar potrebbe tentare di cambiare ancora una volta la data delle 500 miglia, sapendo che lo stesso impianto di Indianapolis ospiterà nuovamente il campionato il 2 e 3 ottobre, ma sul suo tracciato stradale.

Related posts

Lascia un commento