Juve, le 5 immagini che fanno sorridere Sarri


Sarri a un quarto d’ora dalla fine richiama Ronaldo in panchina e gli juventini tengono il fiato sospeso per cinque secondi: “E adesso, come la prenderà?”. Poi Cristiano esce, sorride a Higuain e scambia un “cinque” con Sarri. Non convintissimo, ma comunque un segnale. Il gesto ha la sua importanza. La questione non è l’accettazione della sostituzione: in vantaggio di tre gol, con la partita chiusa, un po’ di riposo fa bene a tutti e Cristiano dai tempi di Madrid ha capito l’importanza di rinunciare a un gol per una tacca di energia da spendere alla partita successiva. Il punto è che il rapporto tra l’allenatore e il suo miglior giocatore viaggia su equilibri sottili. Cristiano più di una volta non ha gradito le scelte di Sarri, in pubblico e nel privato degli allenamenti. Il rifiuto a giocare da numero 9 è stato l’episodio di cui si è parlato di più. Se MS e CR7 trovano un linguaggio comune, la Juve per lo scudetto è più che favorita.

Related posts

Lascia un commento