Inter, le visite e la firma di Hakimi. Kumbulla prossimo obiettivo


Incontro per il difensore del Verona, che resta nei radar, mentre l’ex Dortmund ha vissuto la sua prima giornata nerazzurra

Una full immersion milanese di circa otto ore: Achraf Hakimi è un nuovo giocatore dell’Inter, anche se l’ufficialità arriverà soltanto a campionato finito. La firma sul quinquennale da 5 milioni netti a stagione è arrivata nel tardo pomeriggio, intorno alle 18.30, in un hotel del centro di Milano.

Niente visita ad Appiano Gentile né giro in sede. Hakimi e l’Inter hanno deciso di “nascondersi”, anche per rispetto alla squadra. Però una parte della curva nerazzurra ha cercato comunque di omaggiare l’arrivo del marocchino, rimanendo in attesa fuori dalla sede del Coni, mentre Hakimi era impegnato nelle visite per l’idoneità sportiva. E tra i cappelli, le sciarpe e le maglie nerazzurre è spuntata anche una bandiera del Marocco, omaggio di due giovani connazionali residenti a Milano. Un modo per farlo sentire subito a casa.

Ora Kumbulla

—  

Il giocatore in uscita dal Dortmund è il primo di una campagna acquisti che sarà mirata, con obiettivi già individuati. Dopo aver sistemato la fascia destra, l’Inter si concentrerà sulla corsia opposta e i nomi caldi sono sempre quelli di Emerson Palmieri, Alonso e Junior Firpo. E per la difesa i nerazzurri restano in corsa per Marash Kumbulla del Verona, nonostante l’affondo pesante della Lazio della scorsa settimana. Il giorno dopo l’offensiva biancoceleste, infatti, l’entourage del giocatore ha incontrato a Milano il d.s. Ausilio. Una chiacchierata informale, per monitorare la situazione e ribadire che l’Inter è pronta a rilanciare.

Related posts

Lascia un commento