Sampdoria, Ranieri: “Derby? Non abbiamo paura, ma siamo nelle sabbie mobili” – La Gazzetta dello Sport


Il tecnico blucerchiato: “Quella col Genoa è una gara sentita da tutto l’ambiente, ma noi giochiamo per la salvezza”

A due giorni dal derby della Lanterna numero 119, l’allenatore blucerchiato Claudio Ranieri ha presentato la gara, che potrebbe essere importantissima sia da una parte che dall’altra per riscattare una situazione di classifica non positiva. “Siamo tranquilli e motivati – ha esordito il tecnico ex Roma – arriviamo al derby dopo tre sconfitte consecutive, ma non ci piangiamo addosso: è una gara sentita da tutto l’ambiente e cercheremo di fare la nostra partita”.

Esperienza

—  

Ranieri, che di derby ne ha preparati e studiati diversi (dopo sabato sarà l’unico allenatore ad aver disputato le stracittadine di Roma, Torino, Milano e Genova), è sicuro sul da farsi: “Ci vogliono concentrazione e voglia di dare il massimo. Gare come queste azzerano tutto: chi sta bene, chi male, la classifica. La componente che ti fa dare qualcosa in più è il cuore. Sarà importante giocare la partita al massimo sia atleticamente che tecnicamente, ma il cuore farà la differenza. È la partita dei tifosi, e i nostri sono insuperabili: ci sostengono in ogni partita e se alla fine non sono contenti fischiano, ma il supporto non manca mai e questo è l’importante”. Riguardo un ipotetico timore tra i blucerchiati: “La squadra non ha paura, però siamo nelle sabbie mobili e bisogna esserne coscienti. Non siamo mai stati abituati a lottare, ma ora bisogna giocare per la salvezza”.

Su Motta

—  

“Thiago è un allenatore che segue la filosofia di quando era calciatore: uno, massimo due tocchi e pallone che circola velocemente. Mi sembra un tecnico di carattere e già quando era con me all’Inter era un allenatore in campo. In queste settimane non ci siamo sentiti, ci saluteremo in campo”.

Related posts

Lascia un commento