Rugby, Mondiali: terremoto Galles, cacciato Howley dal ritiro – La Gazzetta dello Sport


L’assistant coach di Gatland sarebbe stato coinvolto in una vicenda legata alle scommesse: a 6 giorni dall’esordio con la Georgia la squadra perde l’allenatore dell’attacco, in arrivo Jones

Terremoto nel ritiro del Galles a 3 giorni dal via dei Mondiali giapponesi e a 6 dall’esordio con la Georgia: l’assistente allenatore Rob Howley è stato allontanato dal ritiro per avere infranto la norma di World Rugby che vieta le scommesse sui match. Howley si è trovato coinvolto nell’indagine e immediatamente è stato rispedito in Galles.

Braccio destro

—  

Da 11 anni è il braccio destro del c.t. Warren Gatland, con specifici compiti per l’attacco. Il nome di Howley era circolato con molta insistenza la scorsa settimana quale possibile sostituto del c.t. Conor O’Shea alla guida dell’Italia dal 2020. Al suo posto, dopo avere consultato un gruppo di giocatori, Gatland ha deciso di chiamare immediatamente Stepehn Jones: l’ex apertura è dal 2015 il tecnico dei trequarti degli Scarlets. La norma 6 del regolamento internazionale di World Rugby in realtà prevede sostanzialmente due campi di azione: il divieto per qualunque persona coinvolta in uno specifico evento di scommettere sull’evento, ma anche quella più grave riguardo il tentativo di condizionare l’esito dell’evento per favorire altre scommesse. Al momento non è chiaro a cosa si riferisca nello specifico l’indagine che ha portato all’allontanamento di Howley.

Commenti

—  

Che, a dir la verità, non è per niente amato dai tifosi della nazionale gallese. Che immediatamente hanno riversato sui vari social network (Facebook e Twitter) commenti al vetriolo diretti all’ormai ex allenatore dell’attacco. “Un arrogante”, “una disgrazia”, “il suo gioco d’attacco è ridicolo”, “c’è ancora il sole, torni sul suo carretto a vendere gelati”, “con trequarti forti come i nostri è riuscito a mettere assieme la miseria di poco più di una meta a partita”. Sebbene la soddisfazione per l’allontanamento di un allenatore inviso, qualcuno si preoccupa comunque per la nazionale ai Mondiali: “Va bene, siamo tutti d’accordo, ma il torneo inizia fra 3 giorni: siete convinti davvero che Stepehn Jones in 3 giorni rivoluzionerà il nostro gioco?”. In effetti, amato o no, di sicuro per il c.t. Gatland si tratta di una bella gatta da pelare. Oltre alla Georgia, nella Pool D della Coppa del Mondo giapponese gli altri avversari del Galles sono Australia, Figi e Uruguay.

Related posts

Lascia un commento