De Palma, è un film la vita dell’immigrato più veloce che ispirò Ferrari – La Gazzetta dello Sport


Sui Rai News 24 alle 19.30 presentata la pellicola sull’italiano che a 10 anni con la famiglia lasciò l’Italia e trovò fortuna in America da costruttore e pilota, vincendo la 500 Miglia di Indianapolis

Un campione di automobilismo dei primi anni del 900 del secolo scorso, le cui gesta sportive in terra americana, sono state rispolverate dal suggestivo racconto di Antonio Silvestre. Stiamo parlando di Ralph De Palma, registrato con il nome di Raffaele all’anagrafe di Biccari, il piccolo comune della provincia di Foggia nel quale nacque nel 1882. La povertà e la carestia di quei tempi bui, lo costrinsero ad emigrare con la sua famiglia all’età di 10 anni e a rifarsi una vita in America.

Formazione

—  

Ebbe successo e la sua formazione meccanica gli consentì di distinguersi sia come costruttore che come pilota nei catini americani. È il solo italiano ad aver vinto, nel 1915, la 500 Miglia di Indianapolis e oltre 2.500 gare di ogni tipo e livello su territorio americano. Persino Enzo Ferrari, in una celebre intervista, diceva di essersi ispirato al campione di origini foggiane. Un cast di ottimi professionisti racconta una storia partita dalle arse e aridi terre dei Monti Dauni, grazie al produttore Mario Tani, e all’autore del libro al quale si ispira il docufilm diretto da Antonio Silvestre, Maurizio De Tullio.

Protagonista

—  

L’attore protagonista del film è Alessandro Tersigni, mentre a completare il cast troviamo Simone Montedoro, Vincenzo De Michele, Alessandra Carrillo, Urbano Antonio Silvestre e il piccolo Andrea Rizzi, che interpreta De Palma da bambino. La fotografia è a firma di Nicola Saraval, i costumi di Laura Meccarone e le scenografie di Michela Casiere. Le musiche sono di Matteo Sartini. La produzione è della Mac Film. l’opera cinematografica verrà presentata per la prima volta sul piccolo schermo, in diretta negli studi di Rai News 24 (canale 48), martedì 9 luglio alle 19:30. Ospiti in studio il giornalista foggiano specializzato Massimo Manfregola e il regista Antonio Silvestre.

Related posts

Lascia un commento