Nuto Revelli, il geometra partigiano che ha dato voce al popolo dei vinti


Negli anni 80 tenne un corso all’Università di Torino: e a chi gli chiedeva come dovessero definirlo, se sc rittore o professore, amava ripetere un po’ ironico un po’ beffardo «geometra, sono un geometra». Nuto Revelli era fatto così, tra una coscienza cristallina del proprio ruolo e una tendenza molto piemontese all’ understatement . Amava parlare di sé, ricorda l’amico Gastone Cottino – come di un «manovale della ricerca». Era uno «storico del presente» con una missione, la «ricognizione de… continua

Per leggere TopNews devi essere abbonato

1,50€ A SETTIMANA

Oppure abbonati a 6€ al mese

TOP NEWS stesso prezzo, più contenuti!

Oltre la selezione di articoli internazionali e nazionali
potrai leggere tutte le notizie locali senza dover scegliere una sola città.

Benvenuto

SEI GIÀ ABBONATO?

ACCEDI

Vuoi leggere tutti gli articoli?

Scopri le offerte dell’abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone



Related posts

Lascia un commento