“Ferrari a Baku con novit. Per noi gara importante”


Tre doppiette Mercedes in tre gare, per la Ferrari il momento di interrompere la striscia d’argento diventato un imperativo. Domenica a Baku ha l’occasione di farlo. A Maranello si lavorato duro per presentarsi in Azerbaigian con aggiornamenti che consentano di trovare l’alchimia giusta per il tracciato affacciato sul Mar Caspio, che presenta una delle sfide pi impegnative: il compromesso tra velocit di punta per il mega rettilineo da 2,2 km e il carico giusto per avere velocit in uscita dalle curve lente di un tipico cittadino. Il team principal Mattia Binotto conferma che le SF90 avranno novit: “Porteremo alcuni aggiornamenti che rappresentano un primo passo nella direzione dello sviluppo della nostra macchina”.

economia
Binotto conferma che questo quarto appuntamento stagionale avr un peso specifico non indifferente sull’economia del campionato: “Venendo da tre gare nelle quali non abbiamo raggiunto il risultato che speravamo, questo GP per noi ancora una volta molto importante. Ci siamo preparati al meglio, analizzando tutti i dati sin qui disponibili, cercando di individuare le aree di miglioramento e di adattare il nostro assetto e la gestione della power unit a quelle che sono le caratteristiche della pista. Baku presenta infatti un lunghissimo rettilineo, dove il motore sollecitato in modo particolare sia per quanto riguarda il motore termico che per la parte ibrida. Qui i sorpassi sono abbastanza facili anche grazie all’effetto del DRS che quest’anno addirittura pi potente rispetto al passato”.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

strategia
Per Binotto questa gara non presenter problematiche di gomme, piuttosto di allerta per le Safety Car, che storicamente, in gare tra i muretti, hanno molte probabilit di farsi vedere condizionando le strategie di gara: “Baku ha un asfalto molto liscio – ha detto Binotto – per cui l’usura delle gomme tendenzialmente scarsa ed essendo basso il livello di energia che si trasferisce nelle gomme, queste fanno fatica a riscaldarsi. L’esperienza ci ha insegnato che Baku una pista dove la probabilit di vedere in azione la Safety Car elevata, e questo un elemento importante da considerare nella strategia di gara”.

 Gasport 

© riproduzione riservata

Related posts

Lascia un commento